Appello ai candidati alle Elezioni Regionali e Comunali del 28-29 Marzo

APPELLO PER L’ABBATTIMENTO DEL MURO DI PONTE LUCANO

A tutti i candidati alle cariche di
Presidente della Regione Lazio
Consigliere Regionale del Lazio
Sindaco di Tivoli
Consigliere Comunale di Tivoli

All’avvicinarsi delle elezioni Regionali e Comunali del prossimo marzo, il Comitato per il Recupero di Ponte Lucano chiede a tutti i candidati alla carica di Presidente della Regione Lazio e Consigliere Regionale del Lazio, Sindaco di Tivoli, Consigliere comunale di Tivoli di impegnarsi pubblicamente per il recupero del complesso archeologico di Ponte Lucano

I lavori realizzati dall’ARDIS nel 2004 hanno portato alla realizzazione di un alto muro in cemento sul lato Maremmana Inferiore che di fatto ingloba il Complesso Monumentale di Ponte Lucano proibendone a chiunque l’accesso e la fruizione ed hanno inoltre peggiorato le condizioni di disagio dei residenti della zona che ad ogni acquazzone subiscono i danni degli allagamenti.
Oggi il Ponte Lucano. il Mausoleo dei Plautii, e gli attigui edifici di periodo cinquecentesco sono a rischio di distruzione e versano in condizioni di totale degrado. L’inserimento del sito, nel 2009, nell’elenco dei cento maggiori monumenti mondiali minacciati di distruzione da parte del World Monument Fund è un fatto che dovrebbe spingere le amministrazioni pubbliche, a porre rimedio ad una situazione scandalosa. Dovrebbe essere motivo di vergogna per Tivoli, che vuole farsi conoscere nel mondo come “Città d’Arte”, essere invece conosciuta nel mondo come un posto dove un monumento di tanta importanza viene messo a rischio di distruzione. Ma finora, a parte un Ordine del Giorno approvato all’unanimità dal Consiglio Provinciale nulla è stato fatto. Solo attraverso una attenta tutela e valorizzazione del proprio territorio Tivoli può sperare di stimolare un flusso turistico consistente che si trasformi in una un beneficio economico reale per la città, ben diverso dall’attuale “mordi e fuggi” dei turisti che vengono da Roma.
Purtroppo vicende come quella di Ponte Lucano vanno in direzione diametralmente opposta

Non sarebbe difficile intervenire per risolvere il problema. La campagna organizzata dalle Associazioni Ambientaliste tiburtine (Associazione Rosa di Maggio, Comitato del Barco, Italia Nostra, Società Tiburtina di Storia e d’Arte, WWF), portò all’interessamento al problema da parte del Sottosegretario Bono, che convocò in una conferenza dei servizi tutti i soggetti interessati. In un protocollo d’intesa vennero definiti i passi per giungere all’abbattimento del muro. Ma finora quegli impegni sono rimasti lettera morta.

Il caso del “Muro” di Como, dove in questi giorni una barriera di cemento lunga 126 metri costruita per esigenze di difesa idraulica è stata abbattuta perchè avrebbe chiuso alla vista il panorama sul primo bacino del Lario, dimostra chiaramente che se c’è la volontà politica, le cose si possono fare. E per Ponte Lucano è proprio questa volontà che finora è mancata. Pertanto all’avvicinarsi delle elezioni il Comitato per il Recupero di Ponte Lucano chiede che avvenga un cambio di rotta, che la politica di interessi direttamente del problema ed in concreto chiede a tutti i candidati a di impegnarsi pubblicamente affinché:

1. Nel prossimo bilancio di spesa di Comune e Regione vengano individuati i finanziamenti necessari per la redazione di uno studio dei flussi idraulici dell’Aniene nella zona di ponte Lucano attivando le opportuna collaborazioni con l’Autorità di Bacino del Tevere. Questo studio servirà come base per la predisposizione delle linee guida per la redazione di un progetto alternativo di difesa idraulica
2. Nel prossimo bilancio di spesa di Comune e Regione vengano individuati i finanziamenti necessari per la realizzazione di un concorso di idee per la redazione di un progetto alternativo che tenga conto sia delle esigenze di difesa idraulica che di quelle di difesa, recupero e valorizzazione del complesso archeologico di Ponte Lucano
3. Nella realizzazione degli interventi del nodo di Ponte Lucano, appaltati dalla Provincia i Roma, negli ambiti di propria competenza Regione e Comune intervengano per accertarsi che le opere vengano realizzate senza compromettere il recupero del complesso archeologico di Ponte Lucano
4. Venga intrapresa ogni possibile azione per giungere al totale abbattimento del Muro

il Comitato per il Recupero di Ponte Lucano si impegna a dare la massima pubblicità a tutte le adesioni al presente appello che dovessero giungere da parte dei vari candidati

Tivoli 26 Febbraio 2010

Il Comitato Per il Recupero di Ponte Lucano

Appello ai candidati alle Elezioni Regionali e Comunali del 28-29 Marzoultima modifica: 2010-03-11T13:20:00+01:00da salviamoilponte
Reposta per primo quest’articolo

49 pensieri su “Appello ai candidati alle Elezioni Regionali e Comunali del 28-29 Marzo

  1. Se l’adesione è aperta a tutti i cittadini, e non solo ai candidati alle elezioni, aderisco immediatamente all’appello per riportare alla “luce” uno degli scorci più belli di Tivoli e che è stato uno dei più raffigurati dagli artisti fino a qualche anno fa.

  2. Un semplice impegno che precede una tornata elettorale è facile da scrivere.
    Quello che conta è il lavoro successivo che dopo le elezioni porti a qualche risultato.
    Occorre, a mio avviso, un nuovo progetto per l’intera zona, che liberi il mausoleo ed il ponte, consolidi i manufatti di pregio e li protegga, liberi la zona dagli allagamenti causati dal mancato deflusso delle acque piovane.
    Il mio impegno è garantito ed accompagnato dalla proposta che un concorso di idee nazionale venga bandito, per acquisire progetti ed idee da sottoporre all’Ardis che finora ha prodotto quello che vediamo dilapidando soldi pubblici.
    Credo inoltre che il manufatto eretto non possa e non debba essere usato per eliminare quel vincolo esondazione che limita di ben 60.000 m.cubi la Nathan

  3. e senz’altro una nobile iniziativa atta a salvaguardare un monumento il Ponte Lucano unico nel suo genere di bellezza straordinaria ed importanza internazionale,speriamo che anche la Politica finalmente si attivi per il recupero e la valorizzazione dello stesso.

  4. aderisco con convinzione all’appello,prendendomi l’impegno qualora fossi eletto di operare conseguentemente a tale decisione.

    Gabriele Simonelli-segretario giovani comunisti federazione di tivoli e candidato al comune di tivoli nella lista del partito della rifondazione comunista.

  5. Sarebbe giusto conoscere i nomi degli scienziati o geni che nel suo momento hanno progettato un muro alto più di due metri, sinceramente non solo che e brutto sennonché e completamente fuori logica e inutile, supponendo una possibile inondazione, se il fiume arriva a due metri, il muro non servirebbe a niente perché l’acqua si infiltrerebbe da altre parti allagando ugualmente tutta la zona.
    In questo momento di elezioni sarebbe giusto pubblicare i nomi degli amministratori che hanno appaltato i lavori.

  6. Sarebbe giusto conoscere i nomi degli scienziati o geni che nel suo momento hanno progettato un muro alto più di due metri, sinceramente non solo che e brutto sennonché e completamente fuori logica e inutile, supponendo una possibile inondazione, se il fiume arriva a due metri, il muro non servirebbe a niente perché l’acqua si infiltrerebbe da altre parti allagando ugualmente tutta la zona.
    In questo momento di elezioni sarebbe giusto pubblicare i nomi degli amministratori che hanno appaltato i lavori.

  7. Aderisco con passione al vostro appello. Salvare Ponte Lucano dalle brutture realizzate per “proteggerlo” è una necessità impellente . Da cittadino non posso non convenire con voi tutti che spesso il rimedio è peggiore della malattia, come in questo caso. Fraterni saluti.
    SERGIO SPAZIANI, socialista, candidato indipendente alle elezioni per il Comune di Tivoli nelle lista Italia dei Valori,

  8. Aderisco con entusiasmo all’appello, perchè credo che nella nostra città dobbiamo imparare a conservare e manutenere le meraviglie che abbiamo a beneficio delle generazioni future, e a iniziare a progettare soluzioni ai nostri problemi che siano sensate e durature e non “provvisorie” per poi durare anni e fare scempio del nostro territorio.

    Federico Colia, segretario Italia dei Valori
    Candidato per IDV al Consiglio Comunale per PALUZZI SINDACO

  9. aderisco ben volentieri a questa iniziativa perchè nella nostra città c’è bisogno di salvaguardare tutto il patrimonio artistico e naturale senza se e senza ma, con l’impegno da parte di tutte le forze politiche, affinchè i nostri figli e il mondo tutto possano godere delle infinite bellezze presenti sul nostro territorio..

    ALESSIO ACCIAVATTI candidato alla carica di consigliere comunale nella lista VERDI per Vincenzi..

  10. Aderisco con piacere a questa iniziativa!
    Sperando al più presto di ripasseggiare nel bellissimo Ponte e gustare il panorama della Torre come un tempo quando era ragazzino! Ma nello stesso vorrei precisare e ricordare che le autorità dovranno far luce sui responsabili e sui evuntuali sbagli ove ci fossero.

    Ringrazio Tutti per l’iniziativa

    Saluti
    Mirko Proietti

  11. Come anticipato anche sulla vostra pagina di facebook sostengo a pieno l’iniziativa: solo a Tivoli poteva essere perpretata una tale scempio ambientale e paesaggistico ai danni di un monumento, purtroppo debbo dire, conoscendo bene il territorio e tanti monumenti meno noti di questo, ripetendo una tradizione negativa radicata nel ns territorio

  12. Non solo aderisco pienamente all’appello, ma ringrazio di cuore chi dedica tempo e risorse, senza alcun interesse personale, alle lotte per la tutela del territorio e delle sue/nostre bellezze. Nel caso in cui venissi eletta, mi impegno personalmente ad una battaglia che abbia come fine quello di trovare una soluzione che tuteli il monumento e contemporaneamente restituisca sicurezza agli abitanti della zona. Nel caso in cui non venissi eletta, mi impegno personalmente a dare il mio sostegno di cittadina alle lotte del comitato.

  13. Lo sfregio a Ponte Lucano è emblematico del terribile stato di degrado in cui versa il nostro patrimonio culturale. L’incuria degli organi preposti alla tutela e delle amministrazioni locali e un impasto di miopia e noncuranza verso la risorsa più importante, che abbiamo nel nostro paese e di copertura degli interessi dei soliti potentati economici. Sarò al vostro fianco in questa battaglia, sia se sarò eletta, che se non lo sarò. Nel disperante panorama che ci circonda, vedo, come elemento portatore di speranza, la fitta rete di comitati agguerriti e battaglieri che combattono ostinatamene per la tutela del proprio territorio e dei propri beni culturali. E’ da questa rete che parte la rinascita?

  14. Ritengo questa iniziativa fondamentale per iniziare a lavorare sul recupero storico, naturalistico, archeologico di questa zona bellissima. Il pittore Ettore Roesler Franz ne magnificò l’incanto. Gli interventi di questi ultimi anni rischiano di comprometterla per sempre. Dobbiamo invece recuperarla ad integrità originaria.
    Buon lavoro. Ma io sarò con voi.

    Sandro Gallotti

  15. Come ingegnere e cittadina non posso che aderire al vostro appello prendendo l’impegno, nell’ambito delle competenze regionali, di fare di tutto per ridare vita ad un ponte così bello. Voglio solo dirvi che lo stesso approccio lo userò con il resto delle cose. Non solo per voi. Sia chiaro.

    Cristiana Alicata, candidata alla Regione Lazio, collegio Roma e provincia, Partito Democratico (PD)

  16. E’ un ottima cosa la vostra iniziativa. -occore impegnarsi per impedire l’esondazione dell’Aniene soprattutto ripulendo le arcate inferiori del Ponte Lucano che sono completamente ostruite. Speriamo presto nell’abbattimento del muro che restituirà a tutti la bellezza del mausoleo dei Plauzi.

    Antonio Luciani, consigliere regionale del Lazio, PDL

  17. Do la mia adesione convinta a questo appello, che auspico porti presto ad una iniziativa sinergica da parte di tutti i soggetti coinvolti nel recupero di Ponte Lucano e dell’area attigua.

    Alessio D’Amato,
    candidato al Consiglio regionale del Lazio, collegio di Roma e provincia, Partito Democratico

  18. Non ho difficoltà a dichiarare la mia completa disponibilità a battermi per questa e per tutte le mostruosità presenti nel Lazio rispetto alla tutela ed alla fruizione del nostro incalcolabile patrimonio storico ed archeologico.

    Come candidato indipendente della Federazione della Sinistra a Roma e provincia ti assicuro il mio appoggio incondizionato.

    Un abbraccio

    Massimo Piras

  19. Dopo le elezioni, per cui a scanso di equivoci, aderisco all’iniziativa “salviamo pontelucano”
    Aderisco a tutte le iniziative atte al recupero e alla fruizione del Mausoleo dei plauzi.
    alla sistemazione dell’area adiacente il mausoleo come da progetto originario, al drenaggio delle acque pluvie, ed alla eliminazione di quell’obbrobrio delle idrovore che da decenni stazionano a Ponte lucano.
    All’apertura del passaggio almeno pedonale che attraversa il fiume Aniene.

Lascia un commento